“Gli sciocchi agiscono distrattamente. Il saggio invece custodisce l’attenzione come il suo tesoro più prezioso.” (Buddha)

Al giorno d’oggi sembra essere diventato di moda essere multitasking. Niente di più sbagliato!

Ci si concentra troppo su dettagli irrilevanti che portano via energie e attenzione alle cose realmente importanti. Basti pensare che in una prestazione, gli errori mentali sono causati proprio da uno scarso controllo dell’attenzione. Ossia all’incapacità del cervello di selezionare ciò che è o non è rilevante in una data situazione, e utilizzare così le risorse più adatte e i processi cerebrali più opportuni alla situazione. A maggior ragione, in una prestazione di alto livello, questi errori diventano ancora più marchiati.

Supponiamo quindi, che tu sia fisicamente e tecnicamente preparato, ma che gli errori mentali siano la causa principale di una tua prestazione deludente. Devi sapere che questi errori sono dati dall’insieme dei segnali a cui presti attenzione in una determinata situazione. Questi segnali possono essere interni (per esempio i pensieri, i sentimenti) o esterni (per esempio i suoni). Oppure possono anche essere classificati come rilevanti per la prestazione (cose a cui devi prestare attenzione per completare la gara), o irrilevanti (cose che non hanno alcun rapporto con la tua capacità di completare la gara).

In quasi tutti i casi, gli atleti fanno errori perché prestano attenzione ai segnali sbagliati nel momento sbagliato!

Sono diverse le teorie e le tecniche nate attorno al concetto di attenzione. Quello che vogliamo fare noi oggi, è darti qualche strategia da utilizzare per allenare la tua attenzione e diventare più bravo nel gestirla.

Ecco dunque 3 strategie da fare tue, per migliorare il tuo controllo dell’attenzione:

  1. Crea una routine positiva. Non dimenticare che noi essere umani siamo tendenzialmente creature abitudinarie. Sapere creare routine e abitudini positive è quindi fondamentale per allenare l’attenzione. Quale serie di azioni puoi adoperare in preparazione di una gara ? Il nostro consiglio: crea una lista di azioni concrete da fare nei giorni precedenti alla gara, in modo da mantenere un livello costante di efficacia e di attenzione. Io sto per partire per il mio 70.3 a Praga e nel mio elenco di azioni concrete ho inserito: preparare la borsa coi sacchetti delle diverse discipline, fare check tecnico alla bici, portare gli snack per la gara etc.
  2. Controlla il controllabile. Non lasciare che la tua mente vaghi su cose irrilevanti e su pensieri negativi e incontrollabili. Saresti solo distratto. Il nostro consiglio: controlla il controllabile. Quindi fai un check dell’attrezzatura, controlla la tua performance sulla base dei tuoi allenamenti e abbi un atteggiamento positivo. Il tuo mindset è fondamentale per un’ ottima prestazione.
  3. Pratica la mindfulness. Saremo ripetitivi, ma il rilassamento è una tecnica efficace per gestire i nervi pre-gara e abbassare la reattività emotiva. Il nostro consiglio: inizia a dedicare giornalmente qualche minuto al controllo della respirazione. Concentrati sul ritmo respiratorio e lascia cadere tutti i pensieri che durante la meditazione proveranno ad interferire con essa.