fbpx

“Se vuoi realmente fare qualcosa troverai il modo… Se non vuoi veramente troverai una scusa.” (Jim Rohn)

Non sono motivato.

Quante volte ti è successo di pronunciare questa frase?

Poi per incanto, navigando sul web o ascoltando la radio, ti imbatti nel classico fenomeno che dal nulla ce l’ha fatta. E allora ecco che lei, la motivazione, si ripresenta. Forte, determinata e decisa a farti raggiungere l’obiettivo. Così inizi nel tuo progetto che tenevi sepolto in fondo al più classico dei cassetti, ripetendoti che questa volta ce la farai, che sarà diverso, che non mollerai!

Fino a quando?

Per un paio di settimane, forse. Giusto il tempo di perdere l’entusiasmo iniziale, di inciampare nei primi intoppi e decidere che in fondo i sogni sono belli se restano tali. Fondamentalmente la tua motivazione nel raggiungere l’obiettivo finale non è mai stata stabile, ma frutto più che altro di una botta di dopamina arrivata dall’esterno.

Ecco allora che è bene capire perché succede questo e per farlo devo parlarti di motivazione estrinseca e motivazione intrinseca.

Motivazione estrinseca

La motivazione estrinseca è quella che arriva dall’esterno. Dalla lettura per esempio di un articolo sul web o dall’idealizzazione del successo altrui.

La bella storia ti da l’impulso e tu parti.

Prendi lo sport come esempio. Quante storie di persone qualsiasi, non atleti professionisti, divenute famose grazie ai social raccontando la loro storia ti hanno ispirato o motivato a cominciare o ritornare a fare sport? La motivazione sportiva è solo un esempio. Qualsiasi storia di successo può adattarsi ampiamente a scenari simili. Osservando queste storie, più o meno vere, condivise sui social media si ottiene una rapida spinta motivazionale. Tuttavia questa, quanto rapidamente si è presentata, altrettanto velocemente se ne va.

Perché?

Perché nessuna di queste storie ti rappresenta davvero.

Motivazione intrinseca

Ecco allora che entra in gioco la motivazione intrinseca. Quante volte sei riuscito a guidare te stesso verso l’obiettivo che ti eri prefissato spinto solo ed esclusivamente dalla tua motivazione? Certo, è complicato, ma non impossibile. Il segreto sta tutto nel decidere di farlo, di vedere gli ostacoli come opportunità e avere il piacere di fare ciò che stai facendo.

Ecco la differenza quindi. Mentre il potere motivazionale delle storie di altre persone raramente dura a lungo, la motivazione interna può darci l’energia perpetua per andare avanti. Tuttavia, la motivazione personale non è semplicemente un self-talk positivo. Quando ci costringiamo a soffrire ampiamente per raggiungere un obiettivo, dobbiamo necessariamente apprezzare ciò che stiamo facendo, cambiare l’atteggiamento e abitudini e progettare un processo in cui la ricompensa diventi un elemento indispensabile.

Se vuoi approfondire l’aspetto della Motivazione Intrinseca, segui il nostro quarto Webinar. Luca Borreca, ne parlerà in maniera approfondita.

In particolare vedremo come:

  • piccoli cambiamenti per grandi risultati;
  • valorizzare le passioni;
  • acquisire nuove skills;
  • investire in relazioni virtuose.

Non perdere questa occasione e iscriviti qui!

Entra a fare parte di Webinar RE-START!

(grazie @lusvardi per l’immagine in copertina)