“Lo stress è uno stato di ignoranza. Esso crede che ogni cosa sia un’emergenza. Ma nulla è così importante.”
(Natalie Goldberg)

Se il tuo allenamento ti provoca più ansia che piacere, è il momento di correre ai ripari.

Stai guardando il tuo programma di allenamento. Due pagine scritte fitte, con note appuntate in penna rossa. Basta solo questo per metterti ansia. Osservare ogni mattina quei numeri e quelle scritte calcate su fogli bianchi e appiccicate sulla bacheca accanto al tuo pc a lavoro, ti fa impazzire. “Ma cosa sto facendo?!” Ecco la domanda che con più frequenza fa capolino nella tua testa.

Il problema è che non hai idea di quando tutto questo sia iniziato. Sai solo che ad un certo punto i tuoi allenamenti, più che una valvola di sfogo dai pensieri e le tensioni quotidiane, sono diventati una terribile fonte di stress. Dover programmare anche gli allenamenti ha iniziato a procurarti più tensione che entusiasmo. E improvvisamente anche lo sport è diventato un terribile peso.

Tutti questi segnali sono il sintomo di un problema e dipendono solo da te.

Il rapporto che ognuno di noi ha con il proprio sport, dipende infatti da due fattori: la nostra intelligenza emotiva e il nostro atteggiamento verso di esso. La gioia procurata dalle endorfine non è infatti l’unica emozione legata allo sport. C’è la rabbia causata da un allenamento fatto male, lo stress generato dal poco tempo a disposizione per allenarsi o il senso di colpa per aver preferito l’allenamento ad un’ uscita con la famiglia o gli amici. Tutti questo ti porta in una dimensione negativa perché in quel momento avevi un atteggiamento negativo verso il tuo sport. E questo stress, prolungato nel tempo, secondo diverse ricerche scientifiche, può portare all’insorgenza di problemi fisici, come l’ansia, infortuni muscolari e uno stato di indebolimento generale.

Ecco quindi 3 metodi per superare lo stress e tornare ad allenarti con piacere.

  1. Rallenta. Il primo passo per tornare a sentirsi meglio, è ridurre i ritmi di allenamento per qualche tempo. Segui per qualche giorno o settimana un programma che ti faccia sentire meglio. Ricorda che il primo allenatore di te stesso sei solo tu. Presta attenzione a come ti fa sentire allenarti meno intensamente; se quando non ti alleni ti senti meglio o peggio; a come cambia il tuo sonno durante la notte. Solo quando percepirai nuovamente del benessere nell’allenarti, sarà arrivato il momento di tornare a spingere.
  2. Organizza. Avere il tempo per allenarsi in maniera adeguata può essere difficile e se non si ha abbastanza tempo per farlo, allenarsi può diventare una fonte di stress. Per tornare ad avere nuovamente tempo per farlo, dovrai eliminare in maniera strategica alcuni ostacoli che ti impediscono di allenarti. Risolvere i problemi in altre aree della tua vita, può aiutarti a cambiare il modo in cui vivi l’allenamento.
  3. Struttura. Avere degli obiettivi imposti da altri, può diventare fonte di frustrazione. Così come continuare ad allenarsi nello stesso modo per molto tempo. La routine uccide la passione. Per ritrovare l’amore per l’allenamento cerca di trovare degli obiettivi su misura per te e soprattutto, non aver paura di sperimentare metodologie nuove d’allenamento.