“Nulla è impossibile, solo i limiti della nostra mente definiscono alcune cose come inconcepibili.” (Marc Levy)

Sei arrivato alla gara carico e allenato, ma poi è successo ancora.

Non sai nemmeno esattamente come, ma è successo. Però certamente sai come ci si sente. E’ stato pesante, deludente, vedere svanire ancora una volta il tuo obiettivo.

Non ti abbattere, tutti gli atleti ci sono passati.

Ora devi impegnarti e individuare le cause della tua debacle per potenziare così la tua forza mentale!

1. DOVE POSSO LAVORARE DIVERSAMENTE IN ALLENAMENTO?

Siamo tutti portati a rimanere nella zona di comfort. Però quando le cose vanno male, è perché stiamo facendo gli stessi errori. Viceversa, quando le cose vanno bene, è perché facciamo le stesse cose in maniera ottimale.

Individua 2-3 punti che durante l’allenamento ti mettono a disagio mentalmente.
Potrebbe essere il momento in cui l’allenatore scrive un allenamento davvero duro. O a metà del set principale, quando pensi a tutto ciò che devi ancora fare. O ancora quando uno dei tuoi compagni di squadra inizia ad andare molto più forte di te.

Ognuno di noi ha le proprie difficoltà: la chiave sta nell’autoconsapevolezza di cosa poter fare per migliorare.

2. QUALI SONO I MIEI PENSIERI QUANDO MI ALLENO?

Il nostro stato emotivo guida la nostra risposta fisica.

Se pensi che il set sia impossibile o inutile, vuol dire che c’è qualcosa su cui puoi lavorare.

Torna al tuo database di allenamenti e scrivi alcune frasi su come era la tua mentalità quando stavi affrontando un determinato allenamento. Ero in forma? Rilassato? Non ero stressato? Agitato? Concentrato sull’eccellenza tecnica?

Ricordare come è la tua mentalità quando stai affrontando i set principali è utile perché ti dà un’idea chiara e consapevole di ciò che ti consente di affrontare l’allenamento ad alte prestazioni.

3. QUAL E’ STATA LA MIA GARA MIGLIORE?

E’ uno dei miei esercizi preferiti: scrivere la migliore gara che tu abbia mai fatto e quello che hai sentito e pensato.

Non scrivere orari, risultati, classifiche o anche solo una parola sulla competizione. Questo esercizio riguarda tutto ciò che hai sentito fisicamente ed emotivamente.

Fare questo semplice esercizio ti fornisce alcune importanti informazioni:

• quale stato emotivo hai durante le tue migliori prestazioni;
• ti dà spunti da utilizzare in allenamento;
• Impari cosa è importante per te.

Lo stato emotivo ideale di ogni nuotatore è diverso.

Ricorda: i grandi atleti sanno che i pensieri positivi e la mentalità vincente sono profezie che si auto avverano.