fbpx

“Rimandare le cose nel tempo, ruba tempo.” (Edward Young)

Procrastinare è una caratteristica che ci accomuna tutti.

Si trova dentro di noi e si manifesta ogni qualvolta ci apprestiamo ad iniziare un progetto importante o un compito impegnativo che inevitabilmente ci porterà via energie e soprattutto tempo. E come spesso capita, inizieremo dagli aspetti più semplici che richiedono meno tempo e meno fatica, rimandando così le cose più importanti che non faranno altro che accumularsi, sovraccaricandoci e stressandoci terribilmente.

Per risolvere tutto questo, è necessario risalire alle possibili cause. Trovare quali paure si nascondono dentro di noi, costringendoci a procrastinare in continuazione.

Abbiamo individuato ‘3 perché’ che ci costringono a procrastinare, impedendoci di essere produttivi.

1. La non familiarità provoca disagio

Non avare familiarità con l’attività che si sta per svolgere, può renderti insicuro. Non sapere da dove cominciare e cosa fare può risultare frustrante. Tutto questo chiaramente genera disagio e ti porta a rimandare e a fare altro. Questo perché la frustrazione genere rabbia e stress, quindi è meglio pensare ad altro.

A quanto pare, questa non è una soluzione più semplice. Perché l’ansia in questo modo non fa altro che aumentare e anziché smettere di pensare a quella data attività, lo fai molto di più.

2. Temi di non finire in tempo

La paura di non finire in tempo…ti fa solo perdere tempo! E’ un paradosso, ma è così. Ti concentri costantemente sul possibile risultato e questo non fa che aumentare il tempo dedicato a quell’attività.

Ti sveliamo una cosa: non sei un mago e non potrai mai sapere come andrà a finire finché non ci lavorerai su.

3. Potresti fallire.

Il fallimento fa parte del gioco, in qualsiasi cosa tu decida di fare.

Questo vuol dire non provarci mai?

Assolutamente no. Prova e fallisci. Questo ti aiuterà a trovare la via migliore per avere successo in quello che stai facendo.

Ci vorrà molto tempo?

Le cose importanti richiedono tempo. Soprattutto quelle che servono a migliorare noi stessi e il nostro stile di vita. Il segreto è darsi micro-obiettivi per gestire al meglio ogni compito.

Un ottimo strumento per provare a smettere di procrastinare è iniziare a lavorare sulla cosa più importante che hai da fare ad inizio giornata. Stabilisci una sola priorità su cui concentri l’80% del tuo tempo, poi viene tutto il resto.

Fai una prova! Scegli una sola attività che stai rimandando da tempo e concentrati sul compito.

Non avere paura, conta solo iniziare!