“Cerco sempre di fare ciò che non sono capace di fare, per imparare come farlo.” (Pablo Picasso)

La motivazione è l’attività che orienta il comportamento dell’individuo.

È una predisposizione interiore – definibile altrimenti come un bisogno, una pulsione o un desiderio – che mette in moto dei comportamenti diretti a obiettivi specifici. La motivazione è dettata sia da fattori intrinseci che da fattori estrinseci alla persona (come l’ambiente socio-culturale di provenienza).

Il Modello dell’Aspettativa di Heckhausen, che porta il suo nome, semplifica in 4 passaggi chiave il percorso cognitivo (più profondo di quanto possa sembrare ad una lettura superficiale) che è sotteso alla presa di decisione di ciascuno circa l’agire o il non agire.

Oggi invece che di ‘aspettativa’ parleremmo forse più correttamente di ‘convinzioni‘ ma la chiarezza del modello rimane inalterata.

Se le domande ricevono la risposta giusta è probabile che si arriverà all’azione, se almeno una domanda nella sequenza non riceve una risposta adeguata, non avremo azione.

1° domanda: Mi sembra che il risultato sia già determinato dalla situazione?

  • Sì -> non fai nulla! In questo caso l’aiuto dello sport coach ti può aiutare a trovare nuovi punti di vista che non erano stati considerati o di rilettura della situazione stessa.
  • No -> 

2° domanda: Posso influenzare sufficientemente il risultato con il mio agire?

  • No -> non fai nulla! Un concetto molto importante in questo caso è quello di autoefficacia. Ovvero, la convinzione di quello che puoi o non puoi fare, influenza il tuo modo di agire. Il concetto di “essere utile” in questo caso aumenta l’autoconsapevolezza verso il tuo agire.
  • Sì ->

3° domanda: Le possibili conseguenze dell’azione sono abbastanza importanti per me?

  • No -> non fai nulla! Spesso l’obiettivo desiderato non è sufficientemente focalizzato e questo può portarti a sottovalutare le tue azioni. La visualizzazione, ovvero immaginare attraverso tutti i sensi, come sarai al raggiungimento dello stesso, può essere un’ottima strategia.
  • Sì ->

4° domanda: Il risultato porta davvero con sé le conseguenze desiderate?

  • No -> non fa nulla! In questo ultimo passaggio un ulteriore concetto molto interessante è quello dell’ aspettativa. Saper mediare le proprie aspettative rispetto al risultato che realmente può essere raggiunto è fondamentale. Ricordati che la motivazione viene alimentata dal successo e il suo valore è dato dalla nostra aspettativa sul risultato finale.
    Sì -> Agisce.

Come puoi notare, il modello dell’aspettativa di Heckhausen, porta ad orientarsi da un risultato, dipendente dalla situazione e non dal tuo intervento, fino al tuo completo controllo: se puoi fare qualcosa ed è in tuo potere e se ne vale la pena a medio e lungo termine.