fbpx

“Un leader è migliore quando la gente sa a malapena della sua esistenza; quando la sua opera sarà compiuta, il suo obiettivo raggiunto, la gente dirà: siamo stati noi a farlo.” (Lao Tzu)

Lavorando nel mondo delle aziende, mi rendo conto sempre più spesso, di come tutti coloro che aspirano ad essere leader (o ad essere riconosciuti come tali) sono spinti dal desiderio di essere più visibili, di contare e comandare, di essere ricordati e adulati.
Arrivando dal mondo dello sport, la mia idea di leader e di leadership è molto diversa. In molte aziende il leader viene quasi imposto dall’alto, frutto di una strategia comunicativa realizzata ad hoc per creare consenso attorno alla figura del presunto leader.

Questo tipo di leadership, appare però debole e mi sembra abbia più lati negativi che positivi.

Questo perchè dettata soprattutto da strategie legate solo ed esclusivamente agli obiettivi, in cui il leader ha solo la figura del capobranco trascinatore attraverso l’ambizione personale. In questa situazione aziendale avremo un leader ingabbiato e ingabbiante nella struttura aziendale, generatore di comportamenti passivi da parte dei propri “followers”.

Il vero leader moderno, a mio modo di vedere, è quello che sceglie di stare dietro le quinte, favorendo in questo modo il raggiungimento di uno scopo superiore, mettendo al centro della propria visione le persone e la cultura aziendale, dando ai suoi collaboratori la possibilità di mettersi in discussione e modificare la loro passività di soli e semplici followers.

La Leadership nella visione moderna significa anche mettersi al servizio di altri pur di raggiungere uno scopo superiore.

In alcune situazioni questo può significare fare un passo indietro, perdere di visibilità. Ma ciò che potrebbe essere interpretato come un comportamento debole è invece un modo alternativo di esercitare la propria leadership.

Per chi è appassionato di cultura orientale, sa bene che in questa visione, il leader è spesso invisibile. E’ colui che tira i fili senza mettersi in mostra, influenzando però in maniera indiretta ma decisa ogni situazione.
E’ colui che sa creare le condizioni necessarie perchè le cose accadano nella maniera più efficace per raggiungere un obiettivo.