fbpx

“Gli altri hanno visto quello che c’è già e si si sono chiesti perché. Io ho visto ciò che potrebbe essere e mi sono chiesto perché no.”
(Pablo Picasso)

L’esperienza creativa e lo stato di flusso che si genera, è paragonabile a quanto succede nello sport durante la peak performance.

Lo stato di flow è uno stato nel quale perdi il senso del tempo, il tuo ego svanisce e diventi tutt’uno con il compito che hai di fronte. La domanda che spesso ci viene posta riguardo allo stato di flow è questa: è un raro evento casuale o può essere raggiunto concretamente?

Purtroppo non c’è una risposta certa. Per me lo stato del flusso creativo è un evento che si manifesta abbastanza comunemente. Così come immagino lo sia per gli atleti di alto livello. Certo, perché questo avvenga devono crearsi le giuste condizioni e oggi cercherò di condividere con te proprio questo aspetto. Non posso garantire che queste regole saranno efficaci per te come lo sono per me, ma l’ aspetto più interessante è che ognuno, con un pò di pratica, troverà la strategia più adatta a sé.

1. Avere uno scopo chiaro

Avere uno scopo chiaro è fondamentale per entrare nello stato di flusso. Decidi cosa vuoi creare e perché. Sii il più preciso e dettagliato possibile, perché le vaghe intenzioni non attivano lo stato del flusso.

I bambini sono maestri in questo. Ragionano per scopi semplici ma molto diretti. “Facciamo un puzzle.” oppure “Giochiamo ai soldati”. Decidono e lo fanno. Per noi adulti è più difficile, perché siamo distratti da mille altri pensieri. Quindi, ricorda: non sottovalutare il tuo scopo. Hai bisogno di fare chiarezza per decidere la direzione ma non tarpare la tua creatività. Avere un obiettivo è un fine, non un aspetto limitante.

2. Essere motivato

Essere motivato è essenziale per raggiungere lo stato di flow. Se non ti interessa un’attività o un progetto, non riuscirai mai ad entrare nello stato di flusso. Pensa per esempio ai ragazzi con lo studio. Quanti ne conosci che entrano in uno stato di flow per quello che fanno?

È molto più semplice essere creativi facendo ciò che vuoi fare piuttosto che fare ciò che devi fare. Una cosa che accade spesso quando le persone lasciano il lavoro e vanno a lavorare da soli è che la loro produzione creativa sale. Più alta sarà la motivazione, maggiore probabilità avrai di raggiungere alti livelli di creatività.

3. Trovare un ambiente favorevole

Scoprirai che trovare un ambiente favorevole ti consentirà di entrare facilmente nello stato di flusso. Certo, l’ambiente ottimale varia da persona a persona, quindi dovrai sperimentare per trovare ciò che funziona meglio per te.

Io personalmente lavoro meglio in un ambiente privato e tranquillo. La mia creatività la esprimo al meglio nella mia camera da letto, dove ho il mio pc, la mia poltrona e tutti gli strumenti che mi servono a stare tranquillo. Non ascolto musica, mi infastidisce se qualcuno mi interrompe e devo stare assolutamente concentrato su ciò che sto facendo.

4. Essere organizzato

Essere organizzato è la mia ultima regola per entrare nel vero stato di flusso. Di solito mi ci vogliono circa 15 minuti per iniziare ad entrare nello stato di flusso e dopo circa 45-60 minuti ho solo iniziato a rendermi conto di cosa realmente sia. La mia vera produzione creativa avviene nelle ore 2, 3, 4 ore successive.

Se riesci a non essere disturbato manterrai costantemente lo stato del flusso. Devi fare tutto il necessario per evitare interruzioni inutili durante i periodi creativi.

Infine ricorda, entrare e mantenere lo stato di flusso è un’abilità. Abituandoti a seguire le quattro regole che ti ho appena dato, potrai sperimentare lo stato del flusso come un evento regolare e questo ti consentirà di incrementare la tua vena creativa.