Skip to main content

Sembra così banale, ma nelle relazioni, si deve comunicare.

Il linguaggio positivo non riguarda solo l’uso di parole gentili o incoraggianti, ma coinvolge un intero approccio mentale e comunicativo che può influenzare profondamente la nostra vita e quella degli altri.

La scienza ci mostra che il linguaggio ha un impatto significativo sul nostro cervello.

Secondo uno studio degli autori del libro “Words Can Change Your Brain” parole positive possono rafforzare le aree del cervello preposte alle funzioni cognitive superiori e alla motivazione. Al contrario, parole negative aumentano l’attività dell’amigdala, la parte del cervello responsabile della gestione della paura e delle emozioni negative.

E’ dimostrato infatti che l’uso frequente di un linguaggio negativo può portare a un aumento dei livelli di stress, ansia e depressione. Al contrario, parlare positivo può migliorare il benessere emotivo, aumentare l’autostima e rafforzare le relazioni interpersonali.

Barbara L. Fredrickson è nota per aver sviluppato la “Teoria del Broaden-and-Build” delle emozioni positive.

Questa teoria suggerisce che le emozioni positive ampliano i nostri orizzonti mentali e ci aiutano a costruire risorse durature. Le emozioni positive, come la gioia, la gratitudine e la serenità, ci permettono di vedere più opzioni nelle situazioni e di essere più creativi e resilienti.

Uno degli elementi centrali del suo libro intitolato “Positivity” è il rapporto 3-a-1. Fredrickson e il suo team di ricerca hanno scoperto che le persone che sperimentano almeno tre emozioni positive per ogni emozione negativa hanno maggiori probabilità di prosperare e di raggiungere un benessere duraturo.

Questo non significa ignorare o reprimere le emozioni negative, ma piuttosto coltivare attivamente esperienze positive per contrastare l’impatto delle emozioni negative.

Paragrafo 3: Ecco alcune applicazioni Pratichi:

  • Pratica la Gratitudine: Tieni un diario della gratitudine e rifletti su ciò per cui sei grato ogni giorno.
  • Affermazioni Positive: Utilizza affermazioni positive per rinforzare la fiducia in te stesso e la motivazione.
  • Atti di Gentilezza: Impegnati in atti di gentilezza verso gli altri per generare emozioni positive sia per te che per chi riceve la tua gentilezza.
  • Meditazione e Mindfulness: Pratica la meditazione e la mindfulness per ridurre lo stress e aumentare la consapevolezza delle emozioni positive.
  • Relazioni Positive: Coltiva relazioni sane e positive, dedicando tempo alle persone che ti fanno sentire bene e supportato.

Il linguaggio positivo è uno strumento potente

E possiamo utilizzare per migliorare la nostra vita e quella degli altri. Ti invito a riflettere sul tuo modo di comunicare e a sperimentare le strategie di cui abbiamo parlato oggi. Ricorda, le parole hanno il potere di cambiare il nostro cervello e il nostro mondo.

Bibliografia e Riferimenti:

Newberg, A., & Waldman, M. R. (2012). “Words Can Change Your Brain.”

Fredrickson, B. L. (2009). “Positivity: Top-Notch Research Reveals the 3-to-1 Ratio That Will Change Your Life.”

Emmons, R. A., & McCullough, M. E. (2003). “Counting Blessings Versus Burdens: An Experimental Investigation of Gratitude and Subjective Well-Being in Daily Life.” Journal of Personality and Social Psychology.

Luca Borreca

About Luca Borreca

Leave a Reply